Nota 82 Agenzia Italiana del Farmaco

Nota 82 Agenzia Italiana del Farmaco

Gli ormoni steroidei sono messaggeri chimici prodotti a partire dal colesterolo ed in grado, come tutti gli altri ormoni, di influenzare l’attività di gruppi più o meno ampi di cellule bersaglio. Per via di questa origine comune, gli ormoni steroidei presentano la struttura tetraciclica (ciclopentanperidrofenantrene) caratteristica del colesterolo. La struttura chimica determina il tasso di trasformazione di uno steroide anabolizzante nel fegato e la sua escrezione dal corpo, e, di conseguenza, strutturalmente diverse molecole di anabolizzanti hanno un diverso grado di effetto negativo e positivo sulla struttura del corpo.

  • Dal punto di vista legale, non essendo considerati farmaci, non sono sottoposti ad una rigorosa regolamentazione.
  • Per rendere un’idea della complessità del meccanismo di azione dei glucocorticoidi basti pensare che i geni controllati sono migliaia.
  • I sintomi di un sovradosaggio possono manifestarsi entro ore dall’assunzione di ibuprofene.
  • Sotto la denominazione di farmaci corticosteroidi si raggruppano diverse molecole accomunate dal fatto di essere strutturalmente simili al cortisolo, un ormone steroideo fisiologicamente prodotto dalle ghiandole surrenali.

Appartengono a questa classe di farmaci l’acido acetilsalicilico e l’ibuprofene (di norma utilizzati a scopo analgesico e antipiretico), il naprossene, il ketoprofene e il diclofenac, normalmente usati come antinfiammatori e antidolorifici in caso di disturbi articolari, mal di testa intenso, mal di denti e le nevralgie. Gli steroidi topici sono frequentemente impiegati nel controllo dei sintomi del lichen planus sia cutaneo sia mucoso. Le prove disponibili, raccolte in due revisioni sistematiche, sono tuttavia limitate per quanto riguarda le localizzazioni cutanee, mentre sono più convincenti per quanto riguarda gli effetti sulle lesioni mucose. Uno studio controllato e randomizzato indica come il clobetasolo propionato topico sia più efficace degli steroidi sistemici nel controllo del pemfigoide bolloso con lesioni estese e si associ a minore mortalità ed eventi avversi. Questa nuova osservazione pone le basi per un impiego nuovo e più mirato delle terapie con i FANS nel trattamento delle patologie in cui sono implicati il processo infiammatorio e lo stress ossidativo, come la malattia di Alzheimer ed alcuni tumori. Inibendo la produzione di prostaglandine, i FANS non selettivi impattano negativamente sulla mucosa gastrica con un effetto gastrolesivo.

DOSI EQUIVALENTI DI CORTICOSTEROIDI

T può essere prodotto farmaceuticamente da androstenolone (5 ,figura 2) mediante riduzione del 17-carbonile e ossidazione del 3-ossidrile con l’uso dei necessari gruppi protettivi. Dopo che lo steroide entra nel flusso sanguigno, il passo successivo è la distribuzione e la penetrazione del farmaco dal sangue negli organi e nei tessuti, dove più spesso si trovano i bersagli cellulari della loro azione. Più veloce e facile è distribuire lo steroide, più è solubile nei grassi come nella fase di aspirazione e meno peso molecolare.

  • Per avere maggiori informazioni su tutti i cookie utilizzati, su come disabilitarli o negare il consenso all’utilizzo consulta la policy sulla Privacy.
  • A questo va, inoltre, aggiunta la scarsità di studi scientifici condotti allo scopo di analizzare gli aspetti critici dell’uso improprio di tali farmaci.
  • I farmaci antinfiammatori servono a ridurre un’infiammazione, la reazione con cui l’organismo cerca di prevenire la diffusione di un’infezione.
  • Questo permette ad un gran numero di molecole steroidee di legarsi e trasmettere un segnale molto più intenso.
  • L’edema maculare diabetico (EMD) rimane ad oggi la principale causa di perdita della visione nei paesi sviluppati, nonostante i continui progressi nella terapia sia del diabete mellito che della retinopatia diabetica.

Il THG è un analogo sintetico distintivo con un residuo C 18 metilato e un sistema di tre doppi legami simile al trenbolone. A differenza della maggior parte degli altri steroidi anabolizzanti, il THG si lega ai recettori dei glucocorticoidi, il che può causare gravi complicazioni dovute alla perdita di peso. Un altro effetto collaterale non osservato con la maggior parte degli altri steroidi è la sua potenziale attività immunosoppressiva [ 62 ]. È stato studiato come agente da utilizzare nel trattamento della perdita di peso e della bassa statura, ma le preoccupazioni sulla sua tossicità ne hanno impedito la commercializzazione come composto farmaceutico [ 63 ]. È stato ampiamente utilizzato nella ricerca come ligando del recettore degli androgeni e come etichetta di fotoaffinità. Il metribolone era anche considerato un agente per il carcinoma mammario avanzato nelle donne, ma non è mai stato commercializzato per uso medicinale perché è fortemente epatotossico anche a dosi molto basse [64 ] .

Farmaci contro febbre, dolore e infiammazione: i FANS

È usato nel trattamento dell’ipogonadismo, della pubertà ritardata [ 23 ], del cancro al seno femminile [ 24 ] e dell’anemia [ 25 ]. Può causare edema a causa della ritenzione idrica e di sodio, presumibilmente attraverso l’inibizione degli enzimi del corticosteroide 11β-idrossisteroide deidrogenasi [ 26 ]. Drostanolone ( 11 ,Figura 3) è un altro agente che è stato rimosso dall’uso medicinale, sebbene fosse utile in alcuni tipi di cancro al seno [ 27 ]. Metenolone ( 12 ,Figura 3) è stato utilizzato sotto forma di esteri acetato ed enantato, il primo essendo attivo per via orale, mentre il secondo è somministrato per iniezione. Entrambi gli esteri sono stati utilizzati principalmente nel trattamento dell’anemia causata da insufficienza midollare [ 28 ].

  • Il problema è che queste due forme son molto simili tra di loro e la maggior parte degli antinfiammatori non è in grado di distinguerle, quindi le blocca entrambe, interferendo così anche con le normali funzioni fisiologiche e non solo con l’infiammazione.
  • Favorisce l’inasprimento della voce, l’aumento della libido, l’aggressività e la crescita muscolare.
  • L’esposizione cronica ai profarmaci T può portare ai tipici effetti collaterali degli steroidi anabolizzanti, tra cui lo sviluppo di cancro alla prostata, ai testicoli o al pancreas, ginecomastia, mascolinizzazione, riduzione dell’HDL, disturbi cardiovascolari e aggressività [94 ] .
  • Di solito il muscolo impiega circa 48 ore tra un allenamento e l’altro perché si ripari, con gli anabolizzanti invece il processo si accelera e ci si può allenare più frequentemente e più a lungo e riprendersi più in fretta.
  • Può derivare da una patologia dei testicoli (ipogonadismo… maggiori informazioni . Inoltre, poiché gli steroidi anabolizzanti sono anticatabolici e migliorano l’utilizzo delle proteine, talvolta vengono somministrati ai pazienti ustionati, costretti a letto o altrimenti debilitati per prevenire l’atrofia muscolare.
  • La sua azione infatti non interviene a livello del sistema COX-prostaglandine e nei processi infiammatori, ma agisce direttamente sul sistema nervoso centrale ed ha un’azione antipiretica e di antalgico puro.

Maggiore prudenza è invece necessaria nell’uso di altri farmaci comunemente impiegati per curare il dolore, i cosiddetti farmaci antiinfiammatori non steroidei (FANS), come ibuprofene, diclofenac, ketoprofene. Stando ai dati a oggi disponibili, l’assunzione non è associata ad un aumento dei rischi di malformazioni. Secondo alcuni studi non conclusivi, però, questi farmaci potrebbero aumentare il rischio di aborto spontaneo. L’uso nelle prime settimane di gravidanza richiede pertanto cautela.I FANS non vanno impiegati durante il III trimestre di gravidanza e in particolare dopo la 30a settimana di gestazione, in quanto possono causare una chiusura in utero del dotto di Botallo, un vaso fondamentale per la circolazione del sangue nel feto.

Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinari

Questi farmaci devono essere utilizzati per pochi giorni (non più di 2-3) per evitare che danneggino la mucosa del naso. L’uso di farmaci per il trattamento della febbre e del dolore è tra le richieste di informazioni più frequenti da parte di donne in gravidanza. In virtù del loro meccanismo d’azione e dei loro effetti terapeutici, il ventaglio dei disturbi che possono essere alleviati Trenbolone prezzo dai FANS è estremamente ampio e diversificato. Si va dal mal di denti ai dolori mestruali, dalla lombalgia al mal di testa, dalla febbre alle riacutizzazioni dell’artrosi, dal dolore post-operatorio all’artrite reumatoide, fino alle comuni distorsioni. Accanto ai sicuri benefici della loro assunzione in casi di necessità, i FANS possono comportare alcuni effetti collaterali.

Testosterone alto: aumenta il rischio di cancro alla prostata?

Una patologia specifica del soggetto adulto-anziano è quella dell’osteonecrosi avascolare che generalmente colpisce la testa del femore a volte anche bilateralmente che evolve rapidamente in osteoartite. La terapia corticosteroidea ad alte dosi è quindi un importante fattore di rischio per lo sviluppo di tale patologia che può però essere preventivamente evitata attraverso un controllo tramite risononza magnetica a 4 mesi dall’inizio della terapia farmacologica in questione (anche se il paziente è asintomatico)(63). Gli steroidi per uso topico sono efficaci nel controllo dei sintomi associati alla dermatite allergica da contatto. Bisogna, tuttavia, notare come gli steroidi topici possano essere, a loro volta, responsabili di sensibilizzazione da contatto. Sebbene largamente impiegati, gli steroidi topici non sembrano efficaci nel trattamento della dermatite irritativa da contatto.

Cosa fare se si prende una dose eccessiva?

Molto lavoro si è concentrato sulla determinazione del modo in cui i diversi SARM raggiungono la specificità dei tessuti e l’agonismo parziale, anche se i meccanismi esatti rimangono poco chiari. L’assunzione di farmaci durante la gravidanza e dopo il parto è associato a timori e preoccupazioni per i possibili effetti negativi che questi potrebbero avere sul feto e sul neonato. Il recente aggiornamento della Farmacopea Ufficiale ha incluso tali sostanze in tabella n.5 ed ha confermato che la prescrizione di anabolizzanti è subordinata a presentazione di ricetta medica da rinnovare volta per volta e da ritirare dal farmacista.

Gli antinfiammatori. Quali sono e quando assumerli?

Il medico può anche raccomandare medicine e terapie differenti secondo la condizione da trattare. Per esempio, la fisioterapia può aiutare alcuni soggetti con dolore muscolare o articolare. Anche se gli antinfiammtori nel loro insieme non sono classificati direttamente teratogeni, possono causare la chiusura prematura del dotto arterioso fetale e reazioni avverse del rene fetale.